Od 15. 12. do 3. 1. máme dovolenou a nebudeme v té době ani posílat faktury ani odpovídat na e-maily. V urgentních záležitostech nás zastihnete na telefonu 777 916 019. Děkujeme za pochopení.




Un film al giorno

15. 4. 2021 ⋅ Riccardo

Oggi vi parlo del film “La Grande Bellezza”, un film di Paolo Sorrentino, ambientato a Roma. Il protagonista è Jep Gambardella, un giornalista che si occupa di teatro. Jeb è un uomo affascinante, che ama andare alle feste e divertirsi. Ha scritto una sola opera, chiamata “L’apparato umano”. Ha vinto molti premi per questa opera, ma poi non ha scritto più niente perché è diventato pigro ma anche perché ha avuto un blocco creativo.

Jeb ha molti amici: Romano, uno scrittore come lui; Lello, un venditore ricco e infedele; Stefania, una donna molto egocentrica; Dadina, la direttrice del giornale su cui scrive Jeb; Viola, una donna ricca un po’ depressa.

Un giorno Jeb incontra il marito di Elisa, la quale è stata il suo primo e unico amore. L’uomo dice al nostro protagonista che Elisa è morta, e che ha lasciato un diario dove scriveva tutti i suoi pensieri. Nel suo diario c’è scritto che ha sempre amato Jeb.

Dopo questo avvenimento, Jeb pensa che forse dovrebbe ritornare a scrivere opere teatrali, e lo dice al suo amico Romano.

Proprio quando stava pensando di tornare a scrivere, Jeb si allontana di nuovo dalla scrittura. Lui va sempre alle feste, ma adesso non si diverte più. Il suo blocco artistico, quindi, continua. Dice che non sa di cosa scrivere e che non è mai riuscito a trovare la “la grande bellezza”.

Questa è la trama del film. Come finisce, secondo voi? Jeb riuscirà a scrivere qualcosa? Cos’è per voi la “Grande Bellezza”?

Ci vediamo al prossimo film!